ABOUT ME
 
 
- Il calcio: la passione di tutti, o quasi di tutti...
   

Non è facile spiegare agli scettici o ai detrattori del calcio quanto sia meraviglioso dare un calcio a un pallone. Non sanno cosa si perdono! Questa antica pratica condivisa da tanti di noi, nata magari casualmente negli anni iniziali delle nostre vite pallonare con incerte pedate all'interno di un cortile, poi esplosa negli anni giovanili dalle belle speranze e infine perpetrata - magari ostinatamente - con la splendida abitudine settimanale del calcetto con gli amici di sempre, lascia dentro di noi un traccia difficilmente estinguibile. Ancora adesso mi rendo conto che il calcio è stato ed è tuttora un elemento non banale della nostra vita, della mia vita, una passione che ho riverberato prima con la pratica e poi a parole... Da bambino, come penso per molti di quelli della mia generazione, ho avuto la fortuna di poter eleggere il cortile (vedi a sinistra con il fondo di cubetti di porfido...) come il più bel campo dove poter giocare e provare la confidenza con il pallone tendenzialmente ovoidale (!), il SanSiro, e sfinirsi con incontri con gli amici che potevano durare tutto il pomeriggio, fino all'imbrunire. Poi fin dall'età di 15 anni ho creato squadre a 11 e organizzato incontri e tornei, giocato vari campionati di calcio aziendale finchè un giorno a 28 anni il mio ginoccho destro ha fatto crack e da lì ho dovuto praticamente abbandonare le partite più impegnative e farmene soprattutto una ragione. Distrutto nel morale, è giunta però in mio soccorso l'opportunità di allenare la squadra in cui giocavo. E così il trauma si è stemperato e casualmente mi sono ritrovato ben presto in panchina a "giocare" le partite dai bordi del campo. Allenare quattro squadre è stata un'avventura fantastica anche se impegnativa e prosciugante di energie. Un'occasione per far gruppo, socializzare, muoversi, allenarsi con i ragazzi, porsi obiettivi, imparare e insegnare calcio, e soprattutto ricercare valori, uno su tutti, la correttezza in campo. Ho allenato per una dozzina di campionati, mi sono seduto circa 500 volte in panchina e, in tutti quegli anni, avrò visto e studiato centinaia di giocatori avversari, un allenamento questo, che aiuta ad affinare l'occhio e perché no anche la competenza in materia. Parallelamente ho ripreso confidenza con il calcio giocato e per 23 anni sono stato anch'io un normale rappresentante dell'Italia pallonara del calcetto del lunedì sera. Poi al quinto intervento allo stesso ginocchio mi sono dovuto arrendere anche lì. Dopo il calcio praticato e quello condiviso mi ritrovo ora a continuare questa splendida avventura parlando da più mezzi di informazione. In fin dei conti è una importante opportunità che il destino mi ha riservato per poter continare a "giocare" a calcio ma da un altro angolo di osservazione.


 
- Come nasce Controcalcio?
   

Nella mia vita sono sempre stato attratto dall'ironia e dalla sana e reciproca presa in giro. Questo lato applicato al calcio regala momenti irresitibili di ilarità condivisi simpaticamente negli anni con gli amici di fedi calcistiche differenti. Ho approfittato pertanto della vittoria del Triplete interista per "pizzicare" principalmente la stucchevole "grandeur" del Milan e della Juve, specie quella perpetrata negli anni di Calciopoli, con vignette umoristiche che avevano e hanno tuttora solo l'intento di strappare un sorriso con leggerezza e senza cattiveria. Questo blog nasce ufficialmente nel marzo del 2012, solo come erogatore di immagini divertenti, in concomitanza dell'uscita del libro ironico "Enciclopedia AntiBBilan" scritto da me assieme ad altri due coautori. Dalla fine del 2015 ho deciso di utilizzare controcalcio.com allargandolo alle mie considerazioni in ambito calcistico, ai riferimenti della mia attività radio-tv, agli eventi e alle numerose iniziative editoriali in uscita legate a questo splendido sport.

.


 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001    
FLRFLV57B04Z602G